/Blog/Adolescenza/Diamo voce ai sogni, ai talenti e alle passioni dei nostri figli | Iniziativa

Diamo voce ai sogni, ai talenti e alle passioni dei nostri figli | Iniziativa

L’importanza d’individuare le loro qualità distintive per supportare in modo armonico la loro crescita e la loro realizzazione personale

Diamo voce ai sogni, ai talenti e alle passioni dei nostri figli | Iniziativa

7 minuti

Riconoscere talenti, passioni e qualità dei propri figli è di fondamentale importanza per favorire la loro crescita e il loro sviluppo personale. Ogni bambino/ragazzo ha delle caratteristiche uniche che lo distinguono da ogni altro, è importante aiutarli a individuarle per poterle coltivare, come genitori è nostro compito incoraggiarli in tal senso.

C’è un momento in cui bisogna saper danzare anche senza musica. Tu danza e scoprirai che la musica sei sempre stata tu.

Gio Evan

Sostenere i talenti dei figli non solo li aiuta a esprimere al meglio le proprie capacità, ma contribuisce anche a rafforzare la loro autostima, la loro fiducia in sé stessi. Un genitore che mostra interesse e supporto per le passioni e le aspirazioni del proprio figlio compie un atto di amore e di fiducia che rafforza il legame affettivo e contribuisce a creare un ambiente familiare positivo, motivante e di reciproco rispetto in cui il bambino può crescere sicuro e con entusiasmo. Inoltre lo aiuterà a valorizzarsi, incoraggiandolo a perseguire i propri obiettivi con determinazione e impegno.

Attraverso queste attenzioni i figli saranno agevolati a scoprire la propria identità e a sviluppare una sana autostima, diventeranno maggiormente consapevoli delle proprie capacità e più sicuri di sé stessi. Le conseguenze positive, a cascata: impatto positivo sulla loro vita personale e professionale, più facilità a realizzare il loro potenziale e a raggiungere il successo nelle loro attività e passioni.

COME AIUTARLI A IDENTIFICARE COMPETENZE, ABILITA’, PREDISPOSIZIONI

  1. Favorire l'esplorazione e la scoperta: fin da piccoli proporre attività varie e stimolanti che permettano loro di sperimentare diverse competenze e interessi, in modo da scoprire cosa amano fare e in cosa sono bravi;
  2. Favorire l'autostima: sostenere e incoraggiare i bambini e i ragazzi nelle attività che svolgono, riconoscendo e apprezzando i loro successi e progressi e soprattutto senza arrendersi alle prime difficoltà. Questo li aiuterà a sviluppare fiducia in sé stessi e a credere nelle proprie capacità;
  3. Stimolare la riflessione: promuovere momenti di riflessione e autovalutazione, in cui i bambini e i ragazzi possano pensare in cosa sono bravi e in cosa possano migliorare. Questo li aiuterà a prendere consapevolezza delle proprie competenze e a lavorare sui margini di miglioramento;
  4. Offrire supporto e guida: fornire ai bambini e ai ragazzi il supporto e la guida necessari per sviluppare le proprie competenze, sia attraverso la condivisione di suggerimenti pratici sia offrendo loro opportunità di formazione e di pratica;
  5. Promuovere l'autonomia: incoraggiare i bambini e i ragazzi ad essere autonomi nel coltivare le proprie competenze, proponendo loro sfide e progetti che possano affrontare e superare con il proprio impegno e dedizione;

PASSIONI, TALENTI E QUALITA’ CHE SI RINTRACCIANO PIU’ FREQUENTEMENTE NEGLI ADOLESCENTI

  • Creatività: capacità di pensare in modo innovativo e di esprimersi attraverso l'arte, la musica, la scrittura o altre forme artistiche.
  • Intelligenza: capacità di apprendimento rapido e di risoluzione dei problemi.
  • Sportività: passione per lo sport e capacità fisiche notevoli in una o più discipline sportive.
  • Empatia: capacità di comprendere le emozioni degli altri e di stabilire relazioni significative.
  • Leadership: capacità di ispirare, motivare e guidare gli altri verso un obiettivo comune.
  • Resistenza: capacità di adattarsi e affrontare le sfide con determinazione e tenacia.
  • Talenti in ambito accademico: abilità eccellente in una materia specifica come matematica, scienze, lingue, ecc.
  • Abilità sociali: capacità di comunicare efficacemente, di lavorare in gruppo e di gestire le relazioni interpersonali.
  • Sensibilità per il mondo animale e l'ambiente: passione per la salvaguardia dell'ambiente e l'amore per gli animali.
  • Abilità culinarie: capacità di cucinare e di creare piatti deliziosi e creativi.
  • Abilità tecnologiche: capacità di utilizzare e comprendere la tecnologia in modo intuitivo e efficace.
  • Interesse per la moda: passione per la moda e capacità di esprimersi attraverso lo stile personale.
  • Abilità musicali: capacità di suonare uno strumento, di cantare o di comporre musica.
  • Talento artistico: capacità di disegnare, dipingere, scolpire o creare opere d'arte di alta qualità.
  • Spirito imprenditoriale: capacità di identificare opportunità di business per progettare future attività di successo.

 

Ragazzo che suona la chitarra

 

Realizzare sé stessi comporta conoscersi, misurarsi attraverso esperienze che facciano vibrare le corde delle nostre emozioni più profonde. Le abilità personali non devono essere necessariamente eclatanti per essere di valore e, quindi, portare alla piena realizzazione personale. Ci sono talenti visibili e altri più nascosti, ma questo non significa meno importanti. In qualità di specialista ho conosciuto bambini e ragazzi diversissimi tra loro, ma tutti con caratteristiche distintive eccezionali, per citare una frase di Hanry David Thoreau: “Non importa cosa stai guardando, ma cosa riesci a vedere”

Aneddoto

Un giorno varca la soglia del mio studio una bimba di sette anni e per prima cosa mi chiede: “Buonasera Dottoressa come stai? Come è stata la tua giornata?”. Sono rimasta incantata da tanta genuina gentilezza. Non è forse una qualità straordinaria quella di preoccuparsi degli altri? La chiamiamo intelligenza emotiva, capacità empatica, non è forse uno dei talenti più preziosi e rari? Non è un dipinto o un canto, eppure è in grado d’inebriare l’animo di una bellezza sconfinata, esattamente come se lo fosse.

COSA SUCCEDE QUANDO I RAGAZZI NON SI SENTONO VALORIZZATI NELLE LORO ATTITUDINI O PASSIONI?

  • Manca fiducia in sé stessi: i ragazzi che non si sentono valorizzati nelle loro passioni possono perdere fiducia in sé stessi e in ciò che si sentono capaci di fare;
  • Disinteresse: senza sentirsi valorizzati, i ragazzi possono perdere interesse nelle loro passioni e smettere di perseguirle, possono addirittura non riconoscerle più come tali, rinnegandole;
  • Basso autocontrollo: la mancanza di sostegno e incoraggiamento può portare i ragazzi a non essere in grado di gestire emozioni e comportamenti in modo sano e appropriato;
  • Senso di inadeguatezza: se non vengono riconosciuti per le loro attitudini, i ragazzi possono sentirsi costantemente inadeguati e non all'altezza anche in età adulta;
  • Rischio di abbandono: se i ragazzi non si sentono valorizzati per quello che sono, potrebbero essere tentati di abbandonare completamente qualsiasi attività, ostentando una sorta di apatia generalizzata che precluderà loro gioia e realizzazione personale.

ATTENZIONE A NON FORZARE I FIGLI A PERSEGUIRE LE NOSTRE DI PASSIONI

Attivando attese e pressioni eccessive nei loro confronti ne consegue:

  1. Pressione e stress: i ragazzi possono sentirsi sotto pressione e stressati se vengono costretti a seguire le passioni dei loro genitori anziché le proprie. Questo può portare a sentimenti di insoddisfazione e frustrazione.
  2. Perdita di identità: costringere un ragazzo a seguire le passioni dei genitori può far sì che perda di vista chi è veramente e cosa vuole veramente fare nella vita.
  3. Mancanza di motivazione: un ragazzo non appassionato alle attività imposte, potrebbe perdere la motivazione e l'entusiasmo per perseguirle, portando a prestazioni mediocri o scadenti.
  4. Bassa autostima: la mancanza di autonomia nel perseguire le proprie passioni può portare a una bassa autostima e a una scarsa fiducia in sé stessi. Il ragazzo potrebbe sentirsi inadeguato e insoddisfatto della propria vita.
  5. Rottura del rapporto genitore-figlio: costringere un figlio a seguire attività non aderenti alle sue attitudini può portare a tensioni e conflitti all'interno della famiglia, mettendo a rischio il rapporto genitore-figlio e creando distanza emotiva.

Lasciate che i ragazzi esplorino e scelgano ciò che li appassiona di più, anche se ai vostri occhi non sembreranno cose affascinanti, è fondamentale non denigrare i loro sogni e le loro passioni, questo li aiuterà a sviluppare una sana autostima e a perseguire un percorso di vita che li renderà felici e realizzati!

INIZIATIVA

Locandina iniziativa "Diamo voce ai talenti e alle passioni dei giovani"
Clicca per ingrandire

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo usando i tasti qui sopra!!! 😊

Altro in Adolescenza


Ultimi articoli

I bambini e la rabbia

I bambini sono teneri “cucciolini”, ci colmano la vita di gioia, ci fanno sorridere e divertire con la loro spontaneità, eppure già da piccolissimi hanno il potere di scatenare “l’ira di Giove” con le loro esplosioni di rabbia incontenibili.

Infanzia - 07/06/24

Il pedagogista: metodologie e strategie d'intervento

Mai come in questo momento è più attuale parlare della figura del pedagogista che, finalmente, ha ottenuto il tanto meritato riconoscimento con la Legge 55 del 15 aprile 2024 che istituisce l'Ordine delle professioni pedagogiche ed educative.

Salute e benessere - 31/05/24

La scuola oggi: essere un bravo insegnante

Lavorare in diversi ruoli nelle scuole, dall'infanzia alle secondarie, mi consente di rimanere attenta e aggiornata sulla realtà scolastica attuale.

Salute e benessere - 28/05/24

La passione di Tomas

Tomas ha quindici anni e frequenta la prima superiore, è un ragazzo calmo, introspettivo apparentemente timido, dall’animo nobile e gentile.

Giovani talenti - 26/05/24

La passione di Serena

Serena è una preadolescente con un’incredibile fantasia e di una gentilezza immensa, frequenta la prima classe delle medie

Giovani talenti - 21/05/24

La passione di Lorella

Lorella frequenta la terza liceo, è una ragazza sensibile, ma allo stesso tempo forte e determinata.

Giovani talenti - 20/05/24

Apprendimento e disturbi specifici (DSA)

Lavoro presso istituzioni scolastiche da oramai ventinove anni e mi capita, sovente, d’imbattermi in ragazzi che evidenziano difficoltà specifiche nell’ambito dell’apprendimento

Salute e benessere - 17/05/24

La passione di Lydia

Lydia ha otto anni e frequenta la classe terza. È una bambina entusiasta, sensibile e con una predisposizione naturale all’empatia

Giovani talenti - 15/05/24

La passione di Lian

Lian è un bambino che frequenta l’ultimo anno della scuola dell’Infanzia

Giovani talenti - 15/05/24